Biblioteche Civiche Torinesi

catalogo on-line delle lettere autografe

Le raccolte di lettere conservate dalla Biblioteca civica centrale

Questo strumento consente la ricerca relativa agli autori e ai destinatari delle lettere conservate in diversi fondi documentali, in gran parte pervenuti o elencati recentemente e per i quali non esiste possibilità di recupero attraverso i tradizionali cataloghi a schede.
Le informazioni relative ai fondi Prior, Nomis di Cossilla e Faldella, per i quali sono disponibili cataloghi a schede sono attualmente in corso di inserimento. 




Fondo Arrivabene

Raccolta di lettere del giornalista Opprandino Arrivabene, nato a Mantova nel 1807 e morto a Roma  il 2 gennaio 1887, tutte indirizzate da Torino al mecenate lombardo Filippo Ala Ponzone, nato a Milano nel 1814 e morto a Baden-Baden nel 1885. L'Arrivabene fu figura non secondaria nel giornalismo del tempo, per quarant'anni collaboratore dell'Opinione e fondatore della Staffetta, poi diventata la Gazzetta di Torino. Cemento del suo rapporto con il nobile lombardo fu la convinta adesione agli ideali risorgimentali, giunta fino alla partecipazione al finanziamento delle imprese garibaldine. Il fondo, attualmente di 244 lettere, riunisce le 198 inviate a Genova tra il 1855 e il 1858, acquistate nel 2005 dal Sistema bibliotecario urbano e le 46 lettere indirizzate a Parigi dal 1859 al 1862, appartenenti alla Collezione Giovanni Marianetti (Pisa 1924 - Torino 2006) e depositate dalle figlie Sandra e Daniela in comodato preso la Biblioteca civica centrale.


Fondo Carutti

Raccolta di lettere indirizzate a Domenico Carutti di Cantogno, nato il 26 novembre 1821 a Cumiana (TO), dove morì il 4 agosto 1909. Storico, alto funzionario e uomo politico piemontese, fu ministro plenipotenziario a L'Aja dal 1862 al '65, Senatore del Regno, socio e presidente della Deputazione di storia patria in Torino.


Fondo Celanza

Raccolta di lettere di e indirizzate all'editore Emanuele Celanza (1883-1950).


Fondo Cottinet

Raccolta di lettere e cartoline inviate al letterato francese Clair-Edmond Cottinet (Parigi, 18 febbraio 1824 – 20 febbraio 1895) da Edmondo De Amicis, Giuseppe Giacosa e altri corrispondenti piemontesi.


Fondo D'Azeglio

Raccolta di lettere scritte da Massimo d'Azeglio (1798-1866) e dalla moglie Giulia Manzoni (1808-1834)  al signor Carlo Calcina, amministratore dei loro beni, negli anni '30 dell'Ottocento. Gli autografi sono stati donati alla Città di Torino dalla signora Margherita Stroppiana nel 1958.


Fondo Geisser

Piccolo, ma significativo, fondo di lettere del banchiere oriundo svizzero Alberto Geisser, nato a Torino nel 1859 e morto a Roma nel 1929 e dal 1857 al 1894 console generale svizzero in Italia. La raccolta documenta l'impegno suo e di un ristretto gruppo di collaboratori per impostare anche in Italia un sistema di pubblica lettura.


Lettere Montù (Fondo Antonio Bosio)

Raccolta di lettere, quasi tutte indirizzate al teologo Giambattista Gioacchino Montù (Chieri, 11 aprile 1777 – 9 aprile 1850), professore di lingua greca presso l'Università di Torino e studioso di memorie locali. Queste lettere provengono dal fondo Antonio Bosio, anch'egli cultore di studi locali e amico del Montù di cui acquisì l'archivio e la biblioteca.


Fondo Rocca

Raccolta di lettere indirizzate all'avvocato Luigi Rocca (Torino, 17 giugno 1812 – Biella, 9 agosto 1888), uno dei protagonisti della vita culturale e artistica torinese nell'Ottocento. Determinante fu il suo intervento per l'ideazione e le attività della Società promotrice delle belle arti e del Circolo degli artisti. Diresse, unitamente a Carlo Felice Biscarra, la rivista L'arte in Italia.


Nuove acquisizioni

Autografi e piccoli nuclei di documenti acquisiti nel corso degli ultimi anni per integrare le raccolte già conservate presso la Biblioteca civica centrale. Con poche eccezioni, l'attenzione è stata indirizzata ai protagonisti della vita istituzionale e culturale piemontese: dai Savoia a Cavour, da Pellico a Rosmini.