Biblioteche Civiche Torinesi

catalogo on-line delle lettere autografe

344 lettere dal Fondo Arrivabene
Mittente Arrivabene, Opprandino (1807-1887)
Destinatario Ala Ponzoni, Filippo (1814-1895)
Data14/03/1861
Scritta a Torino
Ricevuta a Parigi
Argomento"Oggi, 14, […] è stato deciso da 294 voti […] il titolo di Vittorio Emanuele II re d'Italia, e perciò il Regno si chiamerà quindinnanzi Regno d'Italia." Parla di parecchi amici comuni che ha rivisto in occasione dei festeggiamentil.
NoteLa lettera inizia con Caro Ala!
FondoArrivabene
ProvenienzaComodato Giovanni Marianetti 2009
PDFvedi l'immagine
Mittente Arrivabene, Opprandino (1807-1887)
Destinatario Ala Ponzoni, Filippo (1814-1895)
Data24/08/1861
Scritta a Torino
Ricevuta a Parigi
ArgomentoArrivabene ha avuto notizie di Ala Ponzoni dal comune amico Manini. "Mio fratello insiste perché io faccia una corsa a Firenze nel tempo della esposizione." "Sono arrivati non so quanti mila soldati napolitani sbandati che si consegnarono, ed alcune centinaia di prigionieri presi nei combattimenti contro il brigantaggio [...]". "Si dice che il prossimo settembre sarà decisivo per le sorti d'Italia."
NoteLa lettera inizia con Messer Filippo antifenicissimo!
FondoArrivabene
ProvenienzaComodato Giovanni Marianetti 2009
PDFvedi l'immagine
Mittente Arrivabene, Opprandino (1807-1887)
Destinatario Ala Ponzoni, Filippo (1814-1895)
Data23/03/1862
Scritta a Torino
Ricevuta a Parigi
ArgomentoParla dei possibili successori di Cavour: "Sfortunatamente dopo la morte di Cavour non si sa dove dare del capo per avere un ministro valente come domandano i casi difficili, e che questo ministro goda la fiducia dei più". "Agli altri guai ora si aggiunge la fusione dell'esercito meridionale [...] nell'esercito regolare che sarà così per un anno disgustato, [...]".
NoteCarta intestata con timbro a secco: Camera dei deputati. La lettera inizia con Caro Ala!
FondoArrivabene
ProvenienzaComodato Giovanni Marianetti 2009
PDFvedi l'immagine
Mittente Arrivabene, Opprandino (1807-1887)
Destinatario Ala Ponzoni, Filippo (1814-1895)
Data23/05/1862
Scritta a Torino
Ricevuta a Parigi
Argomento"Qui siamo stati in gravi imbarazzi e vi furono seri timori che andassero a soqquadro le cose nostre e si perdesse in un momento il bene acquistato con tanti e sì lunghi sacrifizii. Anche in queste ultime follie ci è la mano di Mazzini". Preparativi per la festa dello Statuto.
NoteLa lettera inizia con Carissimo Ala!
FondoArrivabene
ProvenienzaComodato Giovanni Marianetti 2009
PDFvedi l'immagine